Terenzo

Pestaggio ex Reggiane, 4/o fermo dei Cc

Un altro fermo per l'aggressione con cocci di bottiglie e falci sette giorni fa nell'area ex Officine Reggiane. I carabinieri hanno identificato un 30enne gambiano, senza fissa dimora, condotto in carcere dove ha raggiunto gli altri tre indagati. L'agguato nella notte del 19 giugno quando nella zona franca delle ex Reggiane un branco di otto persone ha pestato a sangue due nigeriani, un 32enne e un 20enne, quest'ultimo portato in gravissime condizioni nel reparto di rianimazione dell'ospedale di Parma, tuttora in prognosi riservata. I militari meno di 24 ore dopo hanno arrestato due gambiani di 20 e 21 anni, ritenuti i capi della banda che avrebbero agito per un regolamento di conti nel traffico di droga. Poi un altro complice è stato acciuffato, oggi il quarto. Tutti sono a disposizione del sostituto procuratore Giacomo Forte, accusati di tentato omicidio in concorso e rapina aggravata (il gruppo rubò denaro, pc e cellulari dopo il pestaggio). Si cercano i quattro complici latitanti.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie